L’associazione, di cui esistono tracce nei tre anni precedenti, ha inaugurato la prima stagione concertistica il 29 ottobre 1956 con un recital pianistico di Maria Luisa Menapace, seguito nei mesi successivi da una ulteriore decina di incontri: a reggerne la presidenza era Guido Farina, padre del professor Franco filologo e poeta, mutilato nella grande guerra sul fronte di Leopoli con i Kaiserjaeger, direttore dell’ufficio postale di Riva, appassionato cultore di musica e chitarrista dilettante. Da allora. Anno dopo anno, l’associazione ha sempre organizzato la sta stagione, articolando un cartellone per tutti i dodici mesi dell’anno (senza cedere cioè alle facili lusinghe d’un turismo che s’era già dimostrato capace di assicurare un gratificante incremento delle presenze in sala). Arrotondando per difetto s’arriva al totale di seicento concerti che testimoniano una rara fedeltà ai principi enunciati nello statuto: «l’Associazione ha durata illimitata, è apolitica, non ha fini di lucro e si propone di diffondere l’interesse per la musica in ogni categoria di cittadini, col promuovere concerti e con qualunque altro mezzo che il consiglio direttivo ritenga opportuno».

A Guido Farina succedettero il baron Giuseppe Fiorio, il dottor Saverio Adami e, dal 1970 al 2014 il dottor Ruggero Polito, prima pretore poi presidente del tribunale di Rovereto, appassionatissimo musicofilo e valente violinista e pianista. Accanto agli Amici della Musica -e grazie anche a loro- sorsero negli anni Scuola Civica Musicale, Conservatorio, banda, Musica Riva, concorsi: una vita musicale vivace e ricchissima ( fin troppo da un certo punto di vista, secondo Franco Ballardini che auspica un migliore spirito di collaborazione fra istituzioni diverse, al fine di coordinare e valorizzare le singole proposte).

L’associazione oggi appare una realtà animata dal volontariato dei suoi soci sempre impegnati ad offrire appuntamenti di notevole livello culturale, impegnata a promuovere collaborazioni con enti ed associazioni, a favorire giovani talenti, ad invitare concertisti di chiara fama, spaziando dalla musica antica a quella contemporanea, dal sinfonico al cameristico, dalla musica sacra a quella operistica, dallo spettacolo musical-teatrale alle intersezioni con la musica popolare ed il jazz.
Particolare ricordo merita il maestro e compositore Riccardo Giavina
https://www.artesnews.it/rubriche/discografia/il-dovere-della-riconoscenza-al-maestro-riccardo-giavina-musicista-compositore-e-didatta/
(Lesa-NO, 08/11/1937 – Riva del Garda,TN, 20/12/2019), a Riva del Garda dal 1971  dove fino al 2003 è stato docente e fiduciario presso la Sezione staccata del Conservatorio F. A. Bonporti, membro attivo dei direttivi che si sono succeduti nel corso della storia del sodalizio.
L’attuale direttivo, in carica dal novembre del 2023 attualmente è così composto.
Presidente Federica Fanizza
Consiglieri: Maria Rita Tamburini (V. Presidente), Antonio Vicentini, Giovanni Giannini. Riccardo Lucatti, Marco Toniatti (Tesoriere), Franco Ballardini.

https://www.comune.rivadelgarda.tn.it/Aree-tematiche/Archivio-storico/ALTRI-FONDI-CONSERVATI-IN-ARCHIVIO/ASSOCIAZIONE-AMICI-DELLA-MUSICA-1950-1971

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui