53. Festival regionale di Musica Sacra 2024 Trentino-Alto Adige

UNA RASSEGNA CONCERTISTICA APERTA AL MOLTEPLICE
di Antonio Carlini

Premessa
La fondazione
L’organizzazione
La storia artistica
Il Festival e il territorio

Premessa
Un salmo ebraico pre-cristiano, una preghiera espressa con la voce da un musulmano, un Kyrie scritto da Palestrina, da Beethoven o da Verdi, un gruppo di fedeli africani, un’antifona musicata da un compositore russo o sud-americano per strumenti elettronici: espressioni variegate di una sensibilità verso il sacro, ricorrenza dell’essenza umana in qualsiasi epoca e a qualunque latitudine, capace di lasciare traccia concreta negli ambiti dell’operatività artistica, non solo musicale ma anche poetica o figurativa, in rapporto inversamente proporzionale all’inafferrabilità metafisica dei suoi contenuti.
Alla ricerca di una dimensione “corporea” dello spirito, dunque, si può intendere l’immensa produzione musicale sacra, alla cui riproposizione si dedica il Festival di Musica Sacra, presente in Trentino-Alto Adige dal 1972. Nei fatti, una rassegna concertistica che però, proprio per la particolarità del suo oggetto, si presta a molteplici percorsi fruitivi, dalla riflessione personale al puro godimento estetico, dalla partecipazione religiosa a quella semplicemente conoscitiva. Nella coscienza di questa apertura al molteplice, il Festival ha adottato una formula di programmazione artistica, sempre seguita, aperta ai tempi della storia (dal canto liturgico dei primi cristiani alla musica elettronica), ai luoghi della geografia (dai cori georgiani agli organisti americani), alle varie espressioni cristiane (liturgie ortodosse, cattoliche o luterane), agli stili e forme della musica (dal Medioevo alle Avanguardie al jazz, dalle immense orchestre post-romantiche ai piccoli assiemi rinascimentali). Rigorosa rimane sempre la collocazione dei concerti nei luoghi già scelti dagli architetti per la loro “aura” sacrale: le chiese, perle di architettura locale e testimonianze lontane di una fede solidamente distribuita sul territorio trentino-atesino. Un territorio rispettato nella sua peculiarità geografica di Regione autonoma, articolando in modo paritetico le manifestazioni fra le due Province di Bolzano e Trento, di lingua e tradizione spesso diverse, ma volte alla ricerca di una fruttuosa convivenza. Così tutti i materiali pubblicitari sono stampati nelle due lingue, italiano e tedesco, e uguale attenzione viene riservata alle valli di cultura ladina. L’ultima considerazione è rivolta alla gestione del calendario, non solo affidato, nella sua realizzazione, a complessi e gruppi corali stranieri o esterni, ma significativamente anche ad artisti locali, chiamati a impegnarsi ogni anno in produzioni capaci di stimolare allo studio, al perfezionamento, al raffinamento delle tecniche esecutive.

Programma | Programm 2024

  • 00

    giorni

  • 00

    ore

  • 00

    minuti

  • 00

    secondi

Data

Mag 03 2024 - Giu 30 2024
Ongoing...
Festival regionale di Musica Sacra

Organizzatore

Festival regionale di Musica Sacra
Email
info@festivalmusicasacra.eu
Sito web
https://www.festivalmusicasacra.eu/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui