Montagne (TN). il Festival del Racconto 20-21 luglio 2024

La quattordicesima edizione del Festival Montagne Racconta
La quattordicesima edizione del Festival Montagne Racconta si svolgerà sabato 20 e domenica 21 luglio a Montagne, frazione di Tre Ville (TN). Due giorni indimenticabili di teatro, musica e incontri dal respiro internazionale.Vi ricordiamo di prenotare gli spettacoli! CONDIVIDI ANCHE TU #montagneraccontaScopri tutto il programma del Festival Montagne Racconta
https://www.facebook.com/share/3Eti38iW9DbcGdRV/➡️ Programma a sito Montagne Racconta https://www.montagneracconta.com/il-festival-del-teatro➡️ Crushsite Media Partner ; https://www.crushsite.it/it/incontri/montagne-racconta.html#teatro #musica #incontri

La quattordicesima edizione del Festival Montagne Racconta curata dall’Associazione Le Ombrie si svolgerà sabato 20 e domenica 21 luglio a Montagne. Il piccolo paese in provincia di Trento è una comunità accogliente ed ospitale che si trova all’interno del Parco Naturale Adamello Brenta, a 1.000 metri s.l.m., ed è circondato dai boschi e dalla natura.
Ogni anno con l’aiuto dei volontari del paese viene organizzato il festival di narrazione, anticipato da una residenza teatrale per narratori. La scelta attenta e il linguaggio universale degli spettacoli si intrecciano con l’atmosfera del luogo a creare una dimensione intima, un tempo speciale in cui il teatro “accade” e diventa esperienza collettiva, partecipativa, intensa.


La mattina di sabato 20 luglio si apre con la prima parte dei racconti dal laboratorio di narrazione curato da Francesco Niccolini e Claudio Milani, che continua a riscuotere interesse da parte di operatori culturali nazionali e narratori provenienti da tutta Italia. Alcuni dei lavori che si stanno sviluppando nella residenza teatrale saranno presentati in forma di studio durante la passeggiata che partirà da Montagne alle ore 10.30. Gli spettatori saranno condotti attraverso boschi e radure per ascoltare le narrazioni Per fede e per amore” di e con Giulia Nemiz, “La Delfina” di e con Alessia Martinelli e “Un capolavoro di vita” di e con Pasquale Buonarota. Nel primo pomeriggio il laboratorio per bambini curato da Nadia Simeonova e Tiziano Beber Mostri e aquiloni” sarà intervallato alle ore 15.30 dal vivacissimo spettacolo di narrazione con musica dal vivo Kanu” (che in lingua bambara significa “amore”). Il ricordo dei cantastorie d’Africa, custodi delle tradizioni orali e depositari della memoria di intere civiltà, è affidato a Bintou Ouattara accompagnata da due griot del Burkina Faso alla kora, gangan, bara e calebasse.

Alle ore 17.00 l’incontro con l’autrice Sara Maino è dedicato a una storia proveniente dall’Armenia. Il suo libro “Quaderno armeno. Hotel Praha, Yerevan” (Nous Editrice 2023) è presentato in compagnia di Sabrina Sandroni, collaboratrice del quotidiano L’Adige e di Alberto Mattarucco, interprete di melodie armene al duduk. Un dialogo musicale a tre voci che racconta il viaggio solitario di Maino, avvenuto nel 2003, alla ricerca dei canti sacri della chiesa armena, e che l’ha portata a incrociare la vita dei rifugiati di guerra del Nagorno-Karabakh.

La seconda parte dei racconti dal laboratorio di narrazione si svolgerà alle 18.30 in paese, nell’orto, e prevede i racconti Biscotti bigusto” di e con Arianna Gambaccini e “Il campo di sassi” di e con Eugenio Incarnati. Dalle 19.00 sarà possibile gustare piatti della tradizione durante la cena in piazza organizzata dai volontari delle associazioni di Montagne.
La serata vedrà l’attesissimo ritorno dell’autore, attore e regista Mario Perrotta nel Prato delle Meraviglie. Alle ore 21.30 su un palcoscenico naturale circondato da boschi prenderà il via lo spettacolo Come una specie di vertigine. Il Nano, Calvino, la libertà”. In scena un uomo, inchiodato a una croce che non ha voluto. La sua voce interiore si muove tra i tanti abitanti delle pagine dei romanzi di Calvino. È la vita dell’anima che ha deciso di fare spettacolo della sua esistenza, dei suoi pensieri, dei sentimenti che lo agitano, e ha deciso di prendersi un’ora d’aria, e poco più, di libertà.
In chiusura di serata la musica ritorna ad animare il centro del paese con una miscela di swing, jazz e bossa nova del gruppo trentino Punto Gezz.
Nella seconda giornata di festival, domenica 21 luglio, la passeggiata nel bosco con spettacolo e pranzo prevede il debutto dello spettacolo “Via dei matti 43” nato a Montagne nel laboratorio del festival. Al ritmo di una giostra impazzita, Marco Valeri racconta la storia presente e passata di Via dei Matti e dei suoi strampalati abitanti. Un racconto poetico, tenerissimo e indifeso sull’infanzia negata. Lo spettacolo che vede come coautore e regista Francesco Niccolini è prodotto dallo stesso Festival Montagne Racconta insieme a una rete nazionale di teatri: Fondazione Sipario Toscana e Fondazione Accademia dei Perseveranti. Non solo costituisce la novità della presente edizione, ma conferma anche la qualità del lavoro che qui si svolge.
Le passeggiate teatrali e lo spettacolo di Mario Perrotta sono a pagamento, tutti gli altri eventi sono gratuiti. E’ necessaria la prenotazione alle passeggiate teatrali.
Per info e prenotazioni Ivan 349 3512350.

In caso di maltempo tutti gli spettacoli, ad eccezione del laboratorio per bambini, verranno recuperati presso la sala del municipio fino ad esaurimento posti.
Info e Contatti:Sito Web > www.montagneracconta.com 
Mail > montagneracconta@gmail.com Telefono > 335 5630512

 

 

  • 00

    giorni

  • 00

    ore

  • 00

    minuti

  • 00

    secondi

Data

Lug 20 - 21 2024

Ora

All Day
Categoria
Montagne Racconta

Organizzatore

Montagne Racconta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui