Quinta edizione delle Early Music Weeks,2019 festival altogardesano promosso dall’Associazione Arco Antiqua con protagonosti giovani musicisti che si dedicano alla pratica della musica antica tenuto dal 4 all’13 ottobre 2019 tra i comuni del Garda Trentino giusto per tener menzione di una parte del titolo della manifestazione. Un festival unico che si presenta con una sua particolarità per queste terre in quanto specificamente dedicato alla musica fino al sec. XVIII, ovvero fino alla pratica del basso continuo, insieme alla ricerca siti storici e monumentali che più si adattano al contesto della musica programmata, non disdegnando di offrire al pubblico, a conclusione dell’esibizione, piccoli assaggi che coniugano prodotti locali e ricercatezze di gusto, del resto il linea con la filosofia del festival che propone ricercatezze e rarità musicali. Per scelta vengono invitati giovani esecutori più di venticinque giovani esecutori provenienti da Austria, Germania, Svizzera, Spagna, Romania, Russia, Cile, Venezuela, Australia e Brasile, oltre a esperienze musicali che stanno sorgendo in ambito locale.
Se uno sguardo è rivolto all’abbinamento musica e contesto storico monumentale, la ricerca del direttore artistico Guido Trebo, musicista di Arco laureato in Canto Rinascimentale e Barocco al conservatorio di Vicenza, è indirizzata alla ricerca e alla valorizzazione di quanto di inesplorato esiste ancora nei fondi musicali delle biblioteche locali e provinciali. E tante volte spuntano fuori tra vecchi cataloghi e sezioni assai poco praticate, novità e curiosità che investono direttamente il territorio in cui l’associazione esplica in via principale la sua attività. E così è capitato che tra i fondi antichi cospicui della Biblioteca Emmert di Arco, piu di 50.000 volumi si riesca a trovare ancora particolari inediti della storia della musica del Settecento italiano. Si è trattato dell’unico esemplare del libretto relativo alla rappresentazione della opera «Nitteti» di Pasquale Anfossi al teatro dell’Accademia dei Filarmonici di Verona nella stagione del Carnevale 1781.

Prendendo spunto da questa pubblicazione, Guido Trebo ha recuperato, tra la Biblioteca del Conservatorio di Napoli e la Bayerische Staatsbliblioteck di Monaco di Baviera, i manoscritti con l’opera musicata ad Anfossi, offrendo al pubblico un saggio, eseguendone le sinfonie e le arie più significative con l’aiuto della cantate Joanna Klisowska, accompagnata dall’orchestra delle Early Music Weeks. Concerto presentato domenica 13 ottobre a Arco a Palazzo Panni, sede, tra altro della Biblioteca che custodisce quel fondo librario da cui è emerso il libretto. Degna chiusura del festival che raccoglie un pubblico fidato e partecipe agli appuntamenti, tra esperti e semplici appassionati.
Un riconoscimento per il lavoro sapientemente svolto la prossima partecipazione a Bratislava il 29 ottobre all?Istituto italiano di Cultura a Bratislava: Musica tra Medioevo ed il Rinascimento di da Vinci con composizioni rare concepite dalle corti italiane del Rinascimento con l’ Ensemble Arco Antiqua che si presenterà a Bratislava, per la prima volta, con questa formazione: Michele Mastrotto: percussioni, piva e salterio; Luciano Sberze: nickelharpa e piva; Luca Ventimiglia: flauti; Walter Rizzo: ghironda; Guido Trebo: maestro concertatore

Calendario
Venerdì 4 ottobre 2019, ore 20.45
Chiesa della SS. Trinità, Nago
«Rosso Veneziano», musica del barocco italiano
Sabato 5 ottobre 2019, ore 20.45
Chiesa di San Leonardo, Pranzo
«Il dono della libertà»
Domenica 6 ottobre 2019, ore 17
Chiesa di Lenzumo di Concei
«Divini contrasti», musiche del Settecento Italiano
Venerdì 11 ottobre 2019, ore 20.45
Cortile del municipio di Dro
«Musik am Hof», musica italiana nelle corti tedesche del Settecento
Sabato 12 ottobre 2019, ore 20.45
Sale interne della Rocca di Riva del Garda
«Lo scrigno delle muse», concerti veneziani per strumento a fiato solista ed archi
Domenica 13 ottobre 2019, ore 20.45
Palazzo dei Panni, Arco
«Il tesoro operistico di Arco», arie e sinfonie scelte dalla «Nitteti» di Pasquale Anfossi
http://www.arcoantiqua.it/arco-antiqua/

Articolo precedenteZandonai raro ed inedito
Articolo successivoCANTIERE TEATRO! 5° edizione 2019. Al Cantiere 26 di Arco
Laureata in Filosofia all'Università di Bologna e curatrice degli archivi comunali di Riva del Garda, ha seguito un corso di specializzazione in critica musicale a Rovereto con Angelo Foletto, Carla Moreni, Carlo Vitali fra i docenti. Ha collaborato con testate specializzate e alla stesura di programmi di sala per il Maggio Musicale Fiorentino (Macbeth, 2013), Festival della Valle d'Itria (Giovanna d'Arco, 2013), Teatro Regio di Parma (I masnadieri, 2013) e Teatro alla Scala (Lucia di Lammermoor, 2014; Masnadieri 2019) e con servizi sulle riviste Amadeus e Musica. Attualmente collabora con la testata on-line Le Salon Musical e con la rivista teatrale Sipario. Svolge attività di docenza ai master estivi del Conservatorio di Trento sez. Riva del Garda per progetti interdisciplinari tra musica e letteratura.