Dal 12 ottobre al 21 dicembre 2021  ore 9
Società Filarmonica di Trento
Invito all’Ascolto

L’impegno formativo costante e curioso della Società Filarmonica per il pubblico composito della città di Trento trova la sua più competa realizzazione nel ciclo d’incontri Invito all’ascolto.
Il mondo della formazione musicale, anche a livello scolastico, è stato particolarmente condizionato dalla situazione sanitaria. Per non interrompere una tradizione costruita con fatica e un rapporto particolarmente felice con un pubblico vasto e affezionato, la Filarmonica, con prudenza, prosegue la programmazione di questi incontri, in collaborazione con la Fondazione Franco Demarchi.  Gli incontri si svolgeranno al martedì mattina e saranno condotti da Antonio Carlini, direttore artistico della Società Filarmonica di Trento.
I dieci appuntamenti scelti per questo ciclo autunnale sono il simbolo di una realtà musicale contemporanea effervescente e dinamica fra le diverse generazioni di esecutori, ognuna capace di mettere in evidenza un aspetto particolare delle partiture proposte dal palcoscenico.

 

L’apertura (12 ottobre) è riservata all’Ensemble “G. Frescobaldi”, un gruppo dinamico di fiati con organo e percussioni con alcune fra le melodie più affascinanti scritte fra il ‘barocco’ e le ‘colonne sonore’ di oggi, riarrangiate con gusto e modernità. A seguire il piccolo teatro ambulante di Histoire du Soldat: una voce narrante, due attori e una ballerina, a tutti gli effetti un piccolo teatro portatile che racconta la storia di un soldato alle prese con il diavolo e i suoi tranelli. Spazio poi per due giovani trii, dal torinese Tau Trio al più trentino Trio Delama, con un concerto riservato a repertori dimenticati, un mondo costruito attorno a sonorità oggi forse poco considerate, ma raffinate e trasognanti. Novembre prosegue con Il racconto di Schiaccianoci, una lettura ispirata alla favola “Schiaccianoci e il re dei topi”, inframmezzata dall’esecuzione di alcuni brani scritti dall’inventore del balletto romantico Ciaikovskij per le celebri Suites dello ‘Schiaccianoci’. Gli appuntamenti continuano successivamente con Gli archi di Orfeo, nuova formazione cameristica giovanile, che interpreta partiture di due protagonisti della letteratura pianistica, Mozart e Chopin e, la settimana successiva, con il Trio Palladio, composto da tre musicisti dinamici d’area veneta, sempre sui palcoscenici d’Europa, alla ricerca di un repertorio ottocentesco raro. In dicembre gli ultimi tre appuntamenti: dalla forza evocativa di flauto e arpa, alle romanze e serenate attorno al mondo viennese del Trio Piccola Vienna, per finire con il fascino delle esotismo: un solo clarinetto accompagnato dai colori sempre nuovi del ritmo ricavato da strumenti ora classici, ora ‘strani’ e sorprendenti provenienti dalle più antiche tradizioni percussive europee. L’insieme numeroso e giovanile dei protagonisti sempre nuovi di questo progetto formativo, vanno a comporre una breve e preziosa stagione, divertente, varia e ricca di curiosità.

Programma completo Invito all’ascolto

Per accedere ai concerti è richiesto il Green Pass. Per informazioni dettagliate e acquisto dei titoli d’accesso: www.filarmonica-trento.it.

Articolo precedenteAssociazione Filarmonica di Rovereto. 100ª Stagione dei Concerti 2021-2022
Articolo successivoA Trento il pianista Filippo Gorini. Tra tradizione e contemporaneità
Laureata in Filosofia all'Università di Bologna e curatrice degli archivi comunali di Riva del Garda, ha seguito un corso di specializzazione in critica musicale a Rovereto con Angelo Foletto, Carla Moreni, Carlo Vitali fra i docenti. Ha collaborato con testate specializzate e alla stesura di programmi di sala per il Maggio Musicale Fiorentino (Macbeth, 2013), Festival della Valle d'Itria (Giovanna d'Arco, 2013), Teatro Regio di Parma (I masnadieri, 2013) e Teatro alla Scala (Lucia di Lammermoor, 2014; Masnadieri 2019) e con servizi sulle riviste Amadeus e Musica. Attualmente collabora con la rivista teatrale Sipario. Svolge attività di docenza ai master estivi del Conservatorio di Trento sez. Riva del Garda per progetti interdisciplinari tra musica e letteratura. Ospite del BOH Baretti opera house di Torino per presentazioni periodiche di opere in video.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui