Sabato, 4 dicembre 2021, ore 17.30
Riva del Garda, Auditorium del Conservatorio 

Quartetto Mascagni 
Vincenzo Quaranta, violino
Alessia Pallaoro, violino
Roberto Mendolicchio, viola
Francesco Ciech, violoncello

Programma
Wolfgang Amadeus Mozart
Quartetto in do maggiore Kv 157
Allegro, Andante, Presto
Giacomo Puccini
Quartetto per archi in re (revisione e integrazione W.Ludewig)
Allegro moderato, Adagio, Scherzo – Trio, Allegro vivo
Astor Piazzolla
Adios Nonino, Tango Ballet, Four for Tang

Il Quartetto “Andrea Mascagni” nasce a Trento nel 2018, attraverso la collaborazione tra quattro musicisti già colleghi all’interno dell’Orchestra regionale Haydn. Motivati dalla comune passione per la musica da camera, decidono di intraprendere un percorso musicale formando il quartetto d’archi e scelgono il nome di Andrea Mascagni con l’intento di
ricordare un indiscusso protagonista del territorio del Trentino Alto- Adige, richiamando alla memoria la figura di educatore, animatore culturale ed appassionato uomo politico, oltre che al musicista e compositore tra la tradizione popolare trentina e le avanguardie musicali
novecentesche. Il quartetto si è esibito in diversi eventi e collaborato con varie realtà culturali: coro Voci Trentine, nella rassegna Note di Primavera del Comune di Levico Terme e nella stagione concertistica presso il Grand Hotel Imperial. Nel 2018 si è esibito per la Società Filarmonica di Trento, e nel 2019 ha partecipato al Festival Internazionale di musica classica Herbst Musicaux, di Verona. Recente è la collaborazione con il centro culturale S. Giacomo di Laives. Prossimamente presenterà l’esecuzione del quartetto per archi del 1939 di Andrea Mascagni rimasto inedito e mai eseguito fino ad oggi.

Vincenzo Quaranta, violino
Nasce a Salerno nel 1975, già all’età di 6 anni inizia lo studio del violino per poi continuare presso il conservatorio di Salerno la sua formazione musicale. Successivamente si trasferisce a Milano dove prosegue gli studi al conservatorio Giuseppe Verdi sotto la guida del M° Felice Cusano. In questi anni è vincitore delle importanti borse di studio S. Dragoni e Società Umanitaria riservate agli allievi. Nel 1993 vince una prestigiosa selezione per solisti ed esegue il concerto per violino di Felix Mendelsshon con l’orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano. Si diploma brillantemente nel 1995; in seguito è idoneo ai concorsi per violino di spalla presso I Pomeriggi Musicali di Milano e Teatro la Fenice di Venezia dove spesso ne ricopre il ruolo. Nel 2000 vince il concorso per primo dei secondi violini presso la Fondazione Arena di Verona dove rimane fino al 2016, l’anno successivo vince il concorso per lo stesso ruolo presso l’orchestra Haydn di Trento e Bolzano dove attualmente lavora
Numerose sono le sue collaborazioni con importanti orchestre italiane.
Alessia Pallaoro, violino
Violinista trentina classe 1986, si diploma in violino con il massimo dei voti al Conservatorio F.A. Bonporti di Trento, si perfeziona in seguito a Lugano con Waleri Gradow. Numerose le lezioni con illustri docenti come Ana Chumachenco, Pavel Berman, Ilya Grubert, Viktor Pikayzen, Salvatore Accardo. Si laurea con il massimo dei voti e la lode a Lugano, ottenendo il Master di perfezionamento e accedendo al Solistendiplom, che corona brillantemente nel 2012 suonando diretta da John Neschling. Per la musica da camera studia presso la Scuola internazionale del Trio di Trieste. Diverse le esperienze orchestrali: Junge Muenchner, Gustav Mahler Jugendorchester, Valiant Orchester, Tonhalle Orchester Zurich, Teatro Regio di Torino e Teatro Lirico di Cagliari, OSI e Orchestra della Toscana. Ha insegnato in Canton Ticino e in Trentino. Nella sua formazione didattica da citare inoltre il diploma di educazione musicale conseguito pressol’Università di Padova. Attualmente collabora con l’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano con diritto di prelazione.
Roberto Mendolicchio, viola
Nato a Rimini nel 1967, ha le prime lezioni di musica presso il conservatorio Gioachino Rossini di Pesaro, in seguito si diploma in viola al conservatorio G.B.Martini di Bologna con il massimo dei voti nella classe del M° Antonello Farulli. Prosegue la formazione musicale in Svizzera presso l’accademia di musica di Sion seguendo i corsi di interpretazione musicale con la celebre violista Nobuko Imai. Studia ancora in Italia con il M° Danilo Rossi e selezionato dall’orchestra giovanile italiana frequenta a Fiesole corsi di perfezionamento in musica da camera e quartetto con prestigiosi maestri come Piero Farulli, Dario de Rosa, Amedeo Baldovino. Per la musica da camera con pianoforte si diploma presso l’accademia di musica di Firenze sotto la guida del M° Pier Narciso Masi sia in duo viola e pianoforte che in quartetto con pianoforte. Ha collaborato inoltre con il Teatro Comunale di Bologna selezionato anche nelle compagini orchestrali del Teatro Lirico di Cagliari e I pomeriggi musicali di Milano. Dal 1998 lavora stabilmente presso l’orchestra Haydn di Trento e Bolzano.
Francesco Ciech, violoncello
Nato a Rovereto nel 1968, si diploma al conservatorio F.A.Bonporti di Trento nel 1991;
in seguito si perfeziona con il M° Enrico Dindo per il violoncello e i maestri Piero Farulli
e Franco Rossi per il quartetto con quest’ultimo frequenta il corso di alto perfezionamento presso la Fondazione Levi di Venezia comprendente un masterclass con lo Shostakovitch Quartett di Mosca. In ambito quartettistico si è esibito in varie associazioni italiane ed estere: Gli amici della musica di Verona, Settembre musica di Torino, Associazione Filarmonica di Rovereto e Festival internazionale W.A.Mozart. Numerose le collaborazioni con importanti orchestre italiane: Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, Orchestra da camera di Mantova, Pegasus chamber orchestra di Milano. Si è esibito in prestigiose sale quali Teatro alla Scala di Milano il Musikverein di Vienna il Teatro Colon di Buenos Aires e Tonhalle di Zurich. Ha suonato sotto la guida di illustri direttori quali Daniele Gatti, Sir Neville Marriner, Jeffrey Tate. Di rilievo la sua partecipazione al Festival Verona Jazz nel 2000.

Ingresso libero fino al completamento dei posti. Il concerto si terrà nel rispetto delle norme anticovid. E’ consigliata la prenotazione all’indirizzo amicimusica.rivadelgarda@gmail.com

Articolo precedenteA Trento, Nil Venditti e Camille Thomas in concerto con l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento. Stagione 2021-22
Articolo successivoRovereto Teatro Zandonai. Le stagioni teatrali 2021-2022
Laureata in Filosofia all'Università di Bologna e curatrice degli archivi comunali di Riva del Garda, ha seguito un corso di specializzazione in critica musicale a Rovereto con Angelo Foletto, Carla Moreni, Carlo Vitali fra i docenti. Ha collaborato con testate specializzate e alla stesura di programmi di sala per il Maggio Musicale Fiorentino (Macbeth, 2013), Festival della Valle d'Itria (Giovanna d'Arco, 2013), Teatro Regio di Parma (I masnadieri, 2013) e Teatro alla Scala (Lucia di Lammermoor, 2014; Masnadieri 2019) e con servizi sulle riviste Amadeus e Musica. Attualmente collabora con la rivista teatrale Sipario. Svolge attività di docenza ai master estivi del Conservatorio di Trento sez. Riva del Garda per progetti interdisciplinari tra musica e letteratura. Ospite del BOH Baretti opera house di Torino per presentazioni periodiche di opere in video.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui